Luca Rosato fra moderno e retrò

Si intitola Mr.Midnight il nuovo singolo promozionale del compositore emergente Luca Rosato (disponibile qui http://soundcloud.com/uptoyoumusic/luca-rosato). Ritmo incalzante, con ottimi crescendo, e un sound tipicamente caratterizzato, fanno del brano di Luca Rosato un vero e proprio racconto di vita quotidiana.

Ispirato a musicalità ed avvenimenti del mondo veneto accaduti tra la prima guerra mondiale e gli anni ’50 del Novecento, Mr. Midnight riporta e rivisita le emozioni dei propri avi, le ferite aperte e non ancora rimarginate del proprio territorio, l’esperienza umile e quotidiana degli abitanti.

Il brano anticiperà di qualche mese l’uscita del suo primo album, che andrà in distribuzione nei maggiori canali digitali.

Si inerpica, si contrae, si espande ad un ritmo cadenzato e fa viaggiare la fantasia come nei migliori racconti di Filò, il brano promozionale di Luca Rosato. Mr. Midnight rappresenta l’essenza del lavoro e dello studio di questo giovane artista che prende la sua quotidianità e la riporta in musica.

Luca Rosato, classe 1986, mostra una grande padronanza del pentagramma e dei ritmi che contraddistinguono il comprensorio del Monte Grappa, sua terra natale (nasce a Borso del Grappa), e tutta la fascia pedemontana, frustata nella prima metà del Novecento dalle due guerre mondiali e da ricorrenti carestie.

Luca Rosato si accosta al mondo della musica grazie alla passione della madre che acquista un pianoforte quando lui è ancora piccolo. Assieme iniziano a prendere lezioni e dimestichezza con lo strumento, tanto che a soli quattordici anni Luca sente la necessità di comporre in proprio, distaccandosi dai propri maestri e rimanendo fedele all’amato Beethoven.

Negli anni successivi, coniugando la conoscenza del computer con le tecnologie di composizione musicale, si avvicina ad uno stile orchestrale che più rappresenta il suo gusto.

La sua vita, oltre che dalla musica, è scandita dal ritmo della campagna, dal silenzio delle montagne, e dalle memorie storiche. Elementi che scatenato la creatività di Luca Rosato e che lo spingono a riversare le sensazioni provate nel pentagramma.

Luca Rosato, nonostante la giovane età, ha avviato proficue collaborazioni artistiche con registi locali che hanno portato all’interpretazione di brani musicali per documentari e cortometraggi.

Sogno nel cassetto del compositore trevigiano è, infatti, comporre colonne sonore per film. Ecco quindi che i grandi maestri del racconto in musica diventano le sue guide: Ennio Morricone, Vangelis, James Hornar sono i suoi punti di riferimento in questa sua riscoperta musicale della quotidianità.

Non mancano tuttavia influssi più contemporanei a partire dal rock dei Queen, passando per il pop di Shakira, per finire con il soul di Alicia Keys. Un vero mix di generi che dà vita ad uno stile interessante e mette in primo piano lo sguardo stupito e via via più consapevole del giovane compositore nei confronti della propria terra.

Cristina Tronchin

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...