La “Conseguenza logica” del successo dei Matia Bazar

Conseguenza logica è il nome del nuovo progetto dei Matia Bazar, tornati alla ribalta con il nuovo (ri)acquisto annunciato qualche mese fa,  di Silvia Mezzanotte.

L’ultima fatica del gruppo musicale, che ricordiamolo, ha vinto il Festival di Sanremo 2002 con il brano “Messaggio d’amore”, era stata anticipata lo scorso ottobre con la presentazione del pezzo Gli occhi caldi di Sylvie, e confermata con l’uscita dell’omonimo singolo, attualmente in rotazione radiofonica: Conseguenza logica, il quale fin dalle prime note ci permette di ritrovare il vecchio stile musicale del gruppo, forse andato perso – o meglio, modificato – con l’ingresso della precedente vocalist Roberta Faccani.

Un pezzo, dunque, con un’identità “ritrovata” dal pubblico affezionato e non, che parla di una storia d’amore difficile, ora giunta al termine.

Il disco, pubblicato il 29 marzo 2011, vanta di preziose collaborazioni, rimanendo ancorato al pop ma con quel tocco raffinato ed elegante che solo i Matia Bazar riescono ad aggiungere: la maggior parte dei testi sono stati scritti da A. Cogliati e P. Cassano  in collaborazione con G. Golzi in un trio perfettamente riuscito e dunque produttivo.

Ma “Conseguenza logica” non è solo questo: altri autori infatti, di una certa fama, hanno contribuito alla produzione del disco, autori come B. Andreetto, F. Perversi e M. De Divitis noti come “Neri per caso”, la cui presenza è immediatamente percepibile già ad un ascolto superificale del disco, e M. Pani.

La squadra è al completo e inserendo il cd nel lettore musicale, non resta che lasciarsi trasportare nel mondo surreale targato Matia Bazar, un universo leggero ma piacevole e raffinato, senza sfociare mai nel melenso.

13 tracce tutte da ascoltare con le orecchie e con il cuore che, già dai titoli, ci dicono molto: “A piene mani”, “Frammenti sparsi”, “Pura Fantasia”, “Il nostro film”, “Ma se credi a me”, “Tu m’aimes encore”, “Il viaggio più facile”, “Nel mio verde paradiso”.

Da segnalare la traccia n. 12, “Nuotano nuvole”, dove la dolce voce della Mezzanotte è accompagnata dalla graffiante impronta vocale di Piero Cassano in un duetto intenso e coinvolgente, che segna le atmosfere d’impatto finali, le quali sicuramente rimangono impresse nell’ascoltatore subito dopo il primo “play”.

Le ugole di entrambi i cantanti, infatti, si uniscono anche nella traccia 9, intitolata “Bisogna avere più cuore” e nella sublime “Il mio verde paradiso”.

Insomma, un prodotto raffinato che suggella la (re)unione dello storico gruppo amatissimo in Italia, ma anche all’estero, dove è considerato – ed è un dato di fatto – una delle maggiori rappresentanti della musica nostrana esportata.

Antonio Paone
 
 http://www.youtube.com/watch?v=rXGf8MEIw78 (Gli occhi caldi di Sylvie)
 
 
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...