Cioccolato

“Teobroma cacao” è il nome scientifico del cioccolato, che significa letteralmente “cibo degli dei”.
Le origini del cioccolato sono molto antiche e vengono abitualmente fatte risalire al periodo Maya, popolo che fu probabilmente anche il primo a coltivare la pianta del cacao. La pianta che oggi conosciamo è frutto di incroci e selezioni iniziate già 35000 anni fa. Il consumo del cacao avveniva in modo molto differente da quanto avviene oggi: i semi di cacao una volta essiccati venivano macinati e disciolti in acqua, con l’aggiunta di cannella e peperoncino per migliorarne il sapore, decisamente amaro e forte.
 Da ciò si può dedurre che la bevanda fosse apprezzata maggiormente per le sue caratteristiche corroboranti e stimolanti che per il gusto, effetti che erano ben noti agli antichi utilizzatori, pertanto la bevanda veniva impiegata durante le veglie dei sacerdoti e particolarmente apprezzata dal sovrano Montezuma che si dice ne consumasse decine di tazze al giorno. Le fave di cacao erano considerate un bene prezioso, al punto di essere impiegate come moneta e venire conservate nei forzieri assieme all’oro e ai preziosi. 

Verso la fine del 1600, inizia la diffusione estesa in Europa del cacao: Belgio, Germania e Svizzera, ma anche Austria e Italia.
In Italia, i maestri veneti e fiorentini diedero vita all’arte della preparazione del cioccolato e inziarono ad esportare i loro prodotti. In Inghilterra sorsero numerose Chocolate House, dove solo le classi più ricche potevano accedere ad un piacere allora molto costoso. Nel 1875  la qualità del prodotto viene migliorata sempre più e si dà vita a  nuove varietà. 

Oggi la pianta del cacao è coltivata in diversi Paesi, principalmente in Costa d’Avorio, Ghana, Indonesia, Nigeria, Brasile, Cameroon, Ecuador, Repubblica Dominicana e Papua Nuova Guinea. Altri Paesi dove viene coltivata sono inoltre Madagascar, Malaysia, Messico, alcune isole Caraibiche quali Granada e Cuba, e alcune isole del Pacifico come Samoa.

 Le varietà 

Aggiungendo alla materia prima altri ingredienti, otteniamo tutte le varietà del cioccolato:

Fondente. È il più pregiato. Dal profumo intenso e persistente di cacao e dall’aspetto lucido e brillante, si scioglie in bocca lasciando una venatura piacevolmente amara. Al tatto deve essere liscio, setoso, vellutato, mai granuloso. La percentuale di cacao è una delle principali caratteristiche per determinare la sua qualità. I migliori contengono almeno il 70% di cacao.

Gianduia. Di colore marrone, nasce dall’unione di nocciole, cacao e zucchero. È possibile l’aggiunta di latte, mandorle o noci. Il Gianduia è nato a Torino a metà Ottocento.

Al latte. Contiene cacao in misura non inferiore al 20-25%, oltre a burro di cacao, zucchero, latte in polvere e lecitina. Un buon cioccolato al latte deve avere un aspetto lucido. Il profumo deve essere intenso e persistente. Si deve sentire innanzitutto un profumo di vaniglia e di latte e infine deve prevalere quello del cacao. Un buon cioccolato al latte è croccante, si deve sciogliere rapidamente in bocca e risultare leggermente pastoso. Infine il gusto deve essere dolce con una leggera nota amara dovuta al cacao.

Bianco. Contiene burro di cacao, zucchero, latte in polvere e vaniglia. Ha un sapore dolce e piacevole e può venire utilizzato tra l’altro per preparare mousse, panna cotta e altri dessert.

Per le sue innumerevoli varietà di gusti, le sue forme, i suoi abbinamenti, il cioccolato si può adattare a infinite ricette e innumerevoli occasioni.

La cioccolata calda
Ingredienti: Latte (meglio se parzialmente scremato)
Cioccolato in polvere
Zucchero (se desiderate)

Prendete circa 30 grammi (a tazza) di cacao in polvere zuccherato, o amaro se preferite il gusto forte. Versate in un pentolino insieme a poco latte, accendete il fuoco (lento) ed iniziate a mescolare fino a che tutti i grumi non sono sciolti. Versate altro latte (mai più di 125 ml a tazza in totale) e continuate a mescolare. Se risulta troppo liquida, aggiungete altro cacao senza esagerare.

Portate ad ebollizione, bollite per 30 secondi circa e ricordate di non bollire troppo altrimenti la cioccolata si brucia! A questo punto sarà ben densa. Servite nelle tazze.

Durante la preparazione, al cacao amaro si può aggiungere anche una scorza di arancia grattugiata, per dare un gusto deciso. Oppure, se siete golosi, aggiungete la panna. La cioccolata calda in inverno è sempre gradita, è un piccolo piacere che tutti possiamo concederci.

Ricordate che il vero cioccolato caldo è denso, altrimenti bevete un semplice latte e cioccolato.

La nutella

Nutella è il nome commerciale Italiano di una crema gianduia, infatti è costituita da oli vegetali, zucchero, nocciole e cacao. Fu creata nel 1964 dall’industria dolciaria italiana Ferrero, sulla base di una precedente crema denominata Pasta Giandujot e poi SuperCrema. Il nome deriva dalla congiunzione di nut, che significa “nocciola” in inglese, e il suffisso ella per ottenere un nome orecchiabile.

Torta di cioccolato all’arancia

Preparazione
Tagliate il burro a pezzetti e lasciatelo ammorbidire in ambiente tiepido.
Rompete le uova in una ciotola, unitevi lo zucchero e montatele con la frusta elettrica fino a che diventeranno chiare e spumose.
Aggiungete il burro e continuate a lavorare il composto con la frusta finché tutto sarà ben amalgamato e perfettamente liscio.
Mescolate la farina con il lievito e aggiungetela all’impasto facendola cadere un po’ alla volta da un setaccino e amalgamandola con un cucchiaio di legno con un movimento dall’alto in basso.
Unite la scorza delle arance grattugiata e mescolate ancora.
Spremete le arance, versate la metà del succo in un pentolino e scaldatelo leggermente.
Scioglietevi il cacao e aggiungete questa miscela al composto.
Versate il resto del succo nel pentolino per recuperare tutto il cacao e versate anche questo nella ciotola.
Lavorate l’impasto con la frusta per un altro minuto per amalgamare perfettamente tutti gli ingredienti.
Imburrate una tortiera del diametro di 26 cm, foderatela con la carta da forno (un disco e una striscia), imburrate anche questa e versatevi il composto che risulterà piuttosto fluido.
Mettete la torta nel forno precedentemente scaldato a 180 gradi e lasciatelo cuocere per circa tre quarti d’ora.
Lasciatela raffreddare, sformatela e decoratela a piacere con zucchero a velo e scorze di arancia candite.
A piacere potete accompagnare la torta con una marmellata di arancia diluita con poca acqua calda zuccherata.

Ingredienti e dosi per 8 persone
  • 375 g di zucchero
  • 250 g di burro
  • 250 g di farina
  • 5 uova grandi
  • 5 cucchiai di cacao amaro
  • 1 cucchiaino di lievito vanigliato
  • 2 arance grandi non trattate
  • Per guarnire:
  • Scorza d’arancia candita
  • Zucchero a velo
  • Marmellata di arance

IL CIOCCOLATO AL CINEMA

 

 

http://wwws.warnerbros.it/movies/chocolatefactory/ (Sito ufficiale de La fabbrica di cioccolato, di Tim Burton, tratto dal romanzo omonimo scritto da Roald Dahl). www.lezionidicioccolato.com

IL CIOCCOLATO IN LIBRERIA

 Fragola e cioccolato

Romanzo intensamente erotico, Fragola e cioccolato racconta le prime settimane di una passione amorosa attraverso gli occhi di una giovane disegnatrice di 25 anni. Osservatrice attenta dei propri slanci e desideri, ma anche dei propri dubbi, Aurélia Aurita parla d’amore e di sesso con freschezza e sincerità. La sua visione ludica e gioiosa, mèlange di crudezza e tenerezza, non ha paragoni nel panorama del fumetto e della letteratura erotica occidentale.

 

Perché il cioccolato, nelle sue innumerevoli combinazioni, piace tanto? Alla domanda provano a rispondere in questo libro dieci autori, docenti universitari italiani e inglesi e lo scrittore Francesco Saba Sardi. La storia del “cibo degli dei” riporta alle antiche civiltà del Nuovo Mondo, gli Aztechi, i Maya e gli Incas, che avevano elaborato sofisticati metodi per ricavare la bevanda del cioccolato dai semi del Theobroma cacao. Importato in Europa, il cioccolato s’impose dapprima nelle corti di re e regine, poi, ben presto, ebbe diffusione con la nascita delle prime cioccolaterie in Spagna (1580). Rapidamente si diffuse nel resto d’Europa e, nei secoli successivi, trovò numerosi estimatori nell’ambito artistico e letterario: Goldoni, Goethe, Proust, Stendhal, D’Annunzio. Alcuni autori esplorano le componenti chimiche e gli aspetti nutrizionali del cacao evidenziandone le proprietà e indagando sulle correlazioni tra queste e le più moderne teorie neurofisiologiche.

IL CIOCCOLATO E LA MUSICA  

Cioccolato amaro e caffè – Matteo Becucci

Cioccolato amaro e caffè
sono solo due delle mie voglie.
Tutto quello che mi piace ha un gusto più forte
ha un gusto più dolce
ha un gusto che fa un po’ male.

Overdose di creme caramel
questo è il desiderio più facile.
Ma quello che voglio
è sempre un po’ più in salita
non ha via d’uscita
è quasi una sfida per me.

Poi ci sono cose che mai
a nessuno al mondo confesserei.
Tutto ciò che intendo
è che fare l’amore
non è sempre uguale
è istinto animale

Stupida mania
che mi porta via
metà del cuore

Cioccolato amaro e caffè
sono il Valium dei sentimenti miei.
Amo rimbalzare in giro come una molla
che parte e non torna
un disco che gira a vuoto.

Quindi me ne vado così
consumando scarpe per la strada.
Non mi importa niente
se poi in giro si dice
che vita bruciata
che vita sbagliata che fa.

Per sopravvivere
puoi praticare la meditazione,
imparare a stare un poco in equilibrio
tra ego narciso
e libero arbitrio.

Stupida mania
che mi porta via
metà del cuore

Ma di questo traccia non c’è,
io le ferite le nascondo.
E sono un po’ sognatore
un po’ primo attore
un po’ così

Siate gentili
non siate crudeli
con quel che c’è
dentro di me.
Cioccolato amaro e caffè.
Cioccolato amaro e caffè.

Nuovo album e singolo del cantante toscano che interpreta in italiano "Cigarettes and chocolate" di Rufus Wainwright

http://www.lindt.com/it/swf/ita/home/ Lindt, una delle migliori marche di cioccolato

http://www.bonajuto.it/ La rinomata cioccolata di Modica (rg)

www.anticanorba.com/museo.htm Museo del cioccolato

www.croqueurschocolat.com Per gli appassionati del cioccolato di qualità (sito in francese, traducete con Google)

http://www.ferrero.it/ Una garanzia dell’industria dolciaria italiana

Servizio a cura di Alex Simone

I libri, i film e le canzoni di Musica & Contorni, sono reperibili su www.lafeltrinelli.it e su www.itunes.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...