Le canzoni raccomandate da Musica & Contorni del 22/12/09

Pardonner – La Grande Sophie

I passi sinuosi di un gatto, traslati in una canzone, questa è l’elegante proposta de La Grande Sophie, giovane cantante fra le più acclamate di Francia. Stile e classe in una canzone che si sviluppa pressoché alla guisa di un tango, la voce di Sophie è  calda e ricca in nuances. Accattivante chanson! Tratta dall’album Des vagues et des ruisseaux (2009). E’ soltanto scaricabile dal sito belga www.fnac.be , utilizzate il traduttore Google in caso di necessità.

Davvero propizio il giorno per il toro e il capricorno – Rossana Casale & Paolo Conte

Romantica e intimistica emulazione del corteggiamento d’altri tempi, a capo di un incontro artistico di eccelso livello. Amalgama riuscito di voci “nude” stagliate su un velo di pianoforte e violini, è un lento alla melassa da ascoltare a lume di candela insieme al  partner (preferibilmente del capricorno) che avete intenzione di “cuocere” a puntino. Tratta dall’album Alba argentina (1993), inclusa anche nell’album Le più belle canzoni di Rossana Casale.

 Barquito de papel – Joan Manuel Serrat

Quando tra i giochi considerati oramai sorpassati, costruire una barchetta con un semplice foglio di carta, lambiva l’apice dello svago e del compiacimento. Joan Manuel Serrat, illustre cantautore catalano, in Barquito de papel, ne fa giust’appunto allegoria e spunto di riflessione, andando a ritroso con grande nostalgia tra i cassetti della memoria infantile, alleggeriti dalla spensieratezza tipica dei nostri primi anni di vita, irripetibili in emozioni e in esperienze assolutamente uniche. Fatturato anni settanta e timbrica vocale e sonorità tipiche iberiche. Tratta dall’album Mediterraneo (1971). Esiste una versione in italiano di Barquito de papel intitolata Sogno di gioventù, inclusa nell’album Amare per vivere di Gino Paoli (1972).

Nos braços do Redentor – Marcio Faraco

La tristezza: a saudade brasiliana e lusitana, si evince in musica e parole da questo piccolo capolavoro firmato Marcio Faraco. Nato a Rio De Janeiro nel 1964 e parigino d’adozione, in No braços do Redentor, canta la nostalgia per la sua città natia descrittaci nelle sue atmosfere più tenui e romantiche. Musica raffinata sul filone dei maggiori classici della canzone carioca, influenzata magicamente dall’amico e maestro di Faraco: Chico Buarque de Hollanda. Tratta dall’album Ciranda (2001)

Alex Simone

Paolo Conte
Rossana Casale

 Le canzoni di Musica & Contorni sono reperibili su www.itunes.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...